Prestiti Pensionati INPS: Tassi di Interesse e Simulazione

Nel Bel Paese, i pensionati possono attivare i prestiti INPS, con tassi di interesse molti agevolati. Tali finanziamenti hanno diversi importi e la durata di erogazione può variare da 12 a 48 mesi a seconda della categoria di appartenenza.

Cosa sono i prestiti per pensionati INPS

I pensionati possono richiedere un finanziamento che verrà erogato direttamente dalle agenzie di mediazione creditizia e presso le casse pensionistiche. Il credito in questo caso ti verrà concesso dall’INPS soltanto una volta che avrà provveduto a valutare con attenzione la tua richiesta, seguendo alcuni particolari condizioni di finanziabilità.

Dovrai infatti mostrare all’ente erogatore determinati documenti come: il cedolino della pensione, il modello cud con riferimento specifico ai redditi acquisti nell’anno precedente alla richiesta ed infine il modello così detto Obis M, che ti viene rilasciato ogni anno dall’INPS. Per poter fare richiesta è necessario però che tu non abbia più di settantacinque anni d’età anche se in alcuni particolari casi il prestito viene concesso nonostante il richiedente abbia superato gli ottanta; devi inoltre disporre di una pensione superiore a 500 euro mensili.

prestiti per pensionati inps
Prestiti per pensionati INPS

Oltre a tutte queste prerogative, l’istituto provvederà a fornirti un apposito questionario che dovrà essere compilato esclusivamente dal tuo medico di base. Tale test è necessario non soltanto per attestare le buone condizioni di salute ma anche per calcolare il possibile rischio di vita.

La cassa previdenziale in questo caso fungerà da garante e l’agenzia si riserverà in ogni circostanza la possibilità o meno di attivare il prestito.
Se dimostrerai così di essere regolarmente finanziabile, potrai avere una valutazione riguardante il rimborso del prestito che potrà avvenire in molteplici modi. Naturalmente all’interno del finanziamento viene compresa anche un’assicurazione sulla vita per tutelare l’ente erogatore, te stesso e i tuoi familiari.

Come avviene il rimborso

L’erogazione del prestito INPS ti verrà fornita attraverso un apposito bonifico bancario oppure con regolare assegno circolare non trasferibile. Diverso è il caso invece per quanto riguarda il rimborso del credito che potrà essere corrisposto con molteplici forme di pagamento. Tra di queste la più utilizzata è la cessione del quinto della pensione.

Questa specifica fattispecie prevede la trattenuta di una determinata somma di denaro direttamente dell’importo della pensione che ogni mese ti viene finanziata dalla cassa di previdenza. Nella maggior parte dei casi tali cifra corrisponde ad un quinto della mensilità della pensione. Con tale modalità, potrai vedere attivato il prestito anche se negli anni passati sei risultato essere un cattivo pagatore, hai manifestato ritardi per il pagamento di determinati finanziamenti oppure hai subito dei pignoramenti di diverso genere.

Nel caso in cui attivi il finanziamento con l’INPS in una finanziaria oppure in una banca, la cassa previdenziale non sarà completamente dissociata dall’operazione in quanto spetterà a tale ente trattenere per poi versare alla suddetta agenzia la rata mensile per il rimborso.

Tempi di erogazione

ll prestito pensionati INPS non ha un tempo prestabilito per quanto concerne i tempi di erogazione in quanto sono molti e diversi i fattori che incidono in questo contesto. In primis le tempistiche variano a seconda del tempo impiegato per l’invio della documentazione necessaria e successivamente tiene conto dell’accettazione delle modalità del rimborso effettuata dalla cassa previdenziale. In linea di massima è possibile affermare però che nella maggior parte dei casi il finanziamento viene concesso già a partire dal mese successivo della data di richiesta del credito.

Tassi di interesse

I prestiti per i pensionati INPS prevedono dei tassi davvero vantaggiosi e per questo vengono ancora oggi molto richiesti. Nello specifico per quanto concerne il piccolo prestito gestione pubblica il tasso nominale annuo ovvero il TAN è pari al 4.25% mentre il TAEG, il tasso annuo effettivo globale è al 5%. Le percentuali di tali valori scendono nel caso del prestito pluriennale diretto gestione pubblica che prevede un TAN fisso al 3.5%. Naturalmente ad entrambi i finanziamenti vengono aggiunte le spese relative ai costi di amministrazione che sono dello 0.5% e il premio fondo rischi.

Simulazione di un prestito per pensionati INPS

Per comprendere più da vicino a quanto ammonti il prestito per i pensionati INPS, ti basterà fare una simulazione e consultare le tabelle relative al calcolo della somma direttamente nel sito ufficiale dell’INPS.
Per prima cosa dovrai accedere alla pagina e selezionare una delle varie opzioni che ti appariranno nella sezione Simulazione Prestiti.

Una volta inserito l’importo della pensiona netta che percepisci e la tua data di nascita ti basterà cliccare sulla voce Simula per poter visualizzare nell’immediato la tabella apposita con tutte le soluzioni applicabili al tuo caso concreto. Il prestito pensionati INPS viene vista quindi come la soluzione ideale se quello di cui hai bisogno è di una determinata somma di denaro in breve tempo.