Cessione del Quinto Compass: Come Funziona per Dipendenti e Pensionati

La cessione del quinto Compass rappresenta un finanziamento che funziona in maniera abbastanza semplice ma che, come per altri prestiti, necessita di essere sottoposto a un’analisi completa in maniera tale che tu possa prevenire degli errori nel momento in cui decidi di sfruttare questo prestito. Vediamo ora tutto quello che devi conoscere del funzionamento di questo finanziamento affinché tu possa prevenire ogni genere di errore ed evitare di dover fronteggiare delle situazioni che sono tutt’altro che ottimali da fronteggiare.

Il prestito con cessione del quinto Compass e la sua richiesta

Questo prestito si contraddistingue rispetto a quelli classici per quanto riguarda il metodo di richiesta. In questo caso devi necessariamente sapere che potrai effettuare la richiesta sia online che presso una filiale e per capire quale sia la scelta migliore devi semplicemente procedere con l’usare il configuratore presente nel sito web.

Questo strumento è un semplice quiz che ti viene proposto e che contiene svariate domande, tutte ovviamente semplici e personali, che ti consentono di scegliere la strada migliore da percorrere, ovvero se effettuare la domanda direttamente dal sito web oppure se optare per sfruttare la filiale.
In entrambi i casi devi sapere che il metodo di richiesta tende a essere particolarmente semplice e ti offre la concreta possibilità di accedere al credito in maniera abbastanza rapida.

cessione del quinto compass
Cessione del quinto Compass

Come funziona la richiesta del finanziamento

Che tu abbia deciso di richiedere il prestito online o presso una filiale, devi necessariamente considerare il fatto che questo finanziamento deve essere necessariamente scelto con cura ovvero devi optare per la cessione del quinto per pensionati o per dipendenti. Questa differenza è fondamentale in quanto questa tende a creare delle differenze sia per quanto riguarda il finanziamento che i calcoli che vengono svolti.

Pertanto presta la massima attenzione a quando decidi di richiedere questo prestito, specialmente se la domanda viene inoltrata online, in maniera tale che tu possa effettivamente avere la sicurezza di portare a termine tale procedura senza compiere degli errori. Una volta che hai scelto la cessione del quinto migliore, ovvero hai deciso quale si adatta alla tua condizione attuale, devi semplicemente procedere con l’invio di tutta la documentazione che ti viene richiesta. Quindi, qualora tu sia un dipendente, sul sito o allo sportello della filiale devi consegnare i tuoi documenti d’identità e le due ultime buste paga oppure i cedolini della pensione.

Devi quindi fare attenzione a questo dettaglio in maniera tale che tu possa offrire alla banca tutte le diverse tipologie di informazioni che permettono di effettuare un calcolo perfetto e privo di ogni imprecisione. Ecco come procedere nella prima fase e come avviene il funzionamento iniziale della cessione del quinto.

La cessione del quinto per i pensionati

I pensionati che possono richiedere la cessione del quinto non devono aver superato i 79 anni di età nel momento in cui si arriva all’ultimo anno di restituzione del finanziamento. Essendo questo caratterizzato dalla durata massima di dieci anni, questo deve essere richiesto da una persona che ha 68 anni. La somma massima richiedibile è di 75 mila euro e le rate sono a tasso fisso.

La cessione del quinto per dipendenti pubblici e privati

Se sei un dipendente pubblico, la somma di denaro massima è di 75 mila euro, il tasso è ovviamente fisso e potrai chiedere anche un incremento della rata fino ai due quindi. Qualora tu sia un dipendente privato, la somma di denaro massima dipende dagli anni di anzianità e allo stesso tempo devi sapere che anche in questo caso devi necessariamente considerare che la durata della restituzione è di circa dieci anni.

Il calcolo e la risposta

In questo caso devi tenere in considerazione il fatto che la cessione del quinto viene sottoposta a una particolare analisi grazie alla quale è possibile raggiungere un ottimo risultato finale, ovvero quello relativo alla conoscenza della somma di denaro alla quale hai accesso.

Prendi in considerazione che, a seconda della tua situazione e ovviamente del reddito o pensione che percepisci, le tempistiche di elaborazione della tua domanda possono essere differenti e subire quindi delle variazioni per quanto riguarda le diverse elaborazioni, dettaglio che devi tenere bene a mente.

Pertanto cerca quindi di non avere fretta e di aspettare che lo staff responsabile di questa mansione ti invii una risposta, che generalmente dovrebbe essere positiva. Qualora la tua domanda venga accettata, la fase successiva che devi affrontare consiste nel recarti presso una delle sedi della banca Compass, dove potrai finalizzare la richiesta della cessione del quinto.

La consultazione e la firma del contratto di prestito

A questo punto, se la tua domanda dovesse essere accettata, devi necessariamente recarti presso una delle filiali della banca dopo aver fissato un appuntamento con gli addetti della medesima. In questo modo hai l’occasione di parlare dal vivo con una delle persone che opera presso la banca e che si occupa di offrire il servizio di analisi della cessione del quinto e tante altre tipologie di finanziamento.

Durante la consultazione è possibile, inoltre, fare in modo che tu possa conoscere tutti i dettagli che andranno a contraddistinguere il prestito e scegliere se sottoscriverlo o meno. Il consulente si occupa quindi di offrirti tutte le risposte alle svariate domande che potresti avere ed evitare che tu possa dover far fronte a delle potenziali situazioni negative. Ecco quindi come devi procedere per ottenere il prestito con cessione del quinto Compass, grazie al quale puoi ottenere un risultato finale ottimale senza dover compiere lunghe e noiose procedure.