Piccolo Prestito INPDAP: Tabelle, Simulazione e Tempi di Erogazione

Il piccolo prestito IPDAP è una risorsa economica che puoi sfruttare qualora tu necessiti di denaro per affrontare delle spese sia impreviste che programmate. Scopriamo assieme tutto quello che bisogna conoscere di questo finanziamento, affinché tu possa scegliere il prodotto che meglio si adatta alle tue esigenze.

Caratteristiche generali

Partiamo subito con l’analisi delle caratteristiche dei piccoli prestiti INPDAP.
Questi possono essere suddivisi in 4 categorie differenti, ovvero quello quadriennale, il triennale, il biennale e l’annuale e come puoi intuire, la principale differenza che intercorre tra questi finanziamenti è data dalla durata di restituzione del prestito stesso.

Questo significa che ogni finanziamento può essere collocato in una delle quattro categorie: in base alla tua capacità di restituzione del credito e alle tue esigenze, potrai scegliere il finanziamento che meglio si adatta alle tue esigenze. Oltre a questo aspetto devi considerare un ulteriore dettaglio, ovvero gli importi. Il prestito quadriennale, per esempio, ha una somma di denaro minima di 5 mila euro e una massima di 100 mila.

Quello triennale parte dai tremila euro e ti permette di richiedere fino a ottanta mila euro. Il piccolo prestito biennale ha un importo minimo di duemila euro è uno massimo di settanta mila. Infine, il prestito INPDAP annuale ha una soglia minima di mille euro e una massima di cinquanta mila. Tutti i finanziamenti hanno un tasso di interesse pari al 4,25%.

piccolo prestito inpdap
Piccolo prestito INPDAP

Chi può richiedere il prestito

Per quanto riguarda le figure che possono richiedere questi finanziamenti, devi sapere che le fasce d’età hanno una grande importanza. Questo poiché, a seconda della tua età anagrafica, rientri in uno scaglione differente che ti permette di ricevere un importo netto del finanziamento superiore. Per esempio se hai 35 anni, il credito che ti viene erogato ha una somma superiore rispetto a quello che, nelle medesime condizioni, viene versato a chi ha 65 anni. Pertanto anche questo dettaglio deve essere tenuto in considerazione da parte tua una volta che decidi di inoltrare la richiesta del finanziamento.

La tabella per il piccolo prestito INPDAP

Per quanto concerne la conoscenza di tutti i dettagli del prestito, occorre sottolineare come questo si contraddistingue per essere strutturato con una tabella riepilogativa presente sul sito INPDAP. Lo scopo della suddetta è uno solo, ovvero fare in modo che tu possa evitare di entrare in confusione quando si parla di importi e del piano di restituzione del prestito stesso.

In questo caso, infatti, la tabella riepilogativa ha uno scopo ben preciso, ovvero fare in modo che tu possa sapere esattamente quanto puoi richiedere e soprattutto la somma netta e l’importo delle rate che devi restituire. Si tratta di un elemento utile che analizza tutte le possibili somme di denaro che puoi richiedere.

Il riepilogo è strutturato inoltre in maniera semplice, dato che i prestiti sono divisi per durata e ognuna di queste è strutturata con semplici schemi che permettono di conoscere l’importo che puoi richiedere per età e altri dettagli utili per evitare errori di ogni genere in fase di richiesta. Ecco quindi che la tabella assume la massima importanza e ti permette di evitare di richiedere importi che potesti trovare difficoltosi da restituire, dettaglio chiave da non sottovalutare.

La simulazione del prestito

Per quanto concerne la simulazione del prestito, con la tabella hai l’occasione di sapere esattamente a quanto ammonta la rata.
Per esempio sei hai 45 anni e richiedi un prestito di 47 mila euro con restituzione quadriennale, la somma di denaro netta che ti viene accreditata è pari a 46 mila euro circa, con la rata mensile pari a 275 euro.

Il discorso è differente se hai più di 60 anni, visto che in questo caso la rata rimane pressoché invariati, con qualche decina di euro in meno nell’importo, e la somma accreditata è di 44500 euro. Ecco quindi che la simulazione può essere svolta consultando la tabella, che ti permette appunto di conoscere i vari importi senza dover compiere procedure lunghe e noiose da svolgere.

L’erogazione del prestito

Generalmente questo finanziamento viene erogato in tempistiche brevi dopo aver analizzato la tua situazione relativa alla tua capacità di restituzione del prestito. Considera che devi inviare tutta la documentazione necessaria per fare in modo che il finanziamento possa essere accreditato correttamente, evitando quindi problematiche di ogni genere.

L’INPDAP, generalmente, eroga i suoi finanziamenti nell’arco di dieci giorni dopo aver effettuato svariati controlli e la risposta ti viene notificata non appena le diverse verifiche volgono a termine, permettendoti quindi di usufruire del credito che hai richiesto. Ecco quindi che, grazie a pochi passaggi e un’analisi attenta, hai l’occasione di affrontare tutte quelle spese fondamentali o impreviste che potrebbero palesarsi nella tua vita. Ecco quindi cosa devi conoscere di questi particolari finanziamenti il cui importo è contenuto.