Prestiti per Giovani: Ecco Cosa Puoi Fare se Sei Senza Lavoro

I prestiti personali sono un modo per poter accedere ad una liquidità con la quale acquistare dei beni o realizzare dei progetti rivolgendosi ad un istituto che erogherà il credito richiesto e rimborsandolo con delle rate mensili composte da una parte di capitale e una parte di quota interessi calcolata in percentuale sul capitale da restituire definita TAN, tasso annuo nominale. Per richiedere un prestito ci si può rivolgere ad una banca o ad una società finanziaria.

Questi istituti normalmente richiedono delle garanzie per poter erogare del credito quindi è necessario avere un documento di reddito che dimostri la propria capacità finanziaria di far fronte alle rate del finanziamento, solitamente è necessario possedere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, essere un lavoratore autonomo da almeno un anno o in alternativa possedere una pensione da contributi. Visto l’attuale mercato del lavoro e le situazioni di precarietà questi requisiti rendono difficile poter accedere ad un finanziamento ai giovani disoccupati o con contratti a termine, ma ci sono alcune soluzioni possibili. Vediamole.

Prestiti per giovani con garante

Puoi ottenere un prestito se sei disoccupato oppure se hai un contratto di lavoro a termine inserendo un garante, ossia una terza persona, di norma un membro del nucleo famigliare, che presenti il proprio documento di reddito a garanzia del finanziamento. Il garante dovrà presentare la propria busta paga, modello unico o cedolino della pensione per dimostrare il reddito percepito e in base a questo verrà valutata la richiesta di finanziamento. In questo caso la banca o società finanziaria è tutelata in quanto in caso di mancato pagamento delle rate potrà rivalersi sul garante richiedendo il pagamento di eventuali rate arretrate.

Nella valutazione della richiesta influirà il merito creditizio del garante, una sorta di reputazione finanziaria data dallo storico di precedenti finanziamenti e il rapporto rata – reddito, ovvero la banca valuterà in base al reddito se il garante può far fronte al finanziamento oltre agli altri impegni finanziari già in corso come ad esempio il mutuo. Devi però sapere che gli interessi da corrispondere per il finanziamento, in termini di TAN potrebbero essere più elevati rispetto ai tassi standard in quanto la banca o finanziaria deve considerare un rischio maggiore di insolvenza rispetto ai finanziamenti erogati ai soggetti lavoratori a tempo indeterminato.

prestiti per giovani
Prestiti per giovani

NASPI anticipata in un’unica soluzione

Se invece hai perso il lavoro e vorresti avviare una tua attività in proprio c’è una soluzione semplice che non richiede nessun garante in quanto vi è la possibilità di richiedere la NASPI anticipata. L’indennità di disoccupazione che di norma viene erogata dall’INPS mensilmente può essere richiesta dai lavoratori licenziati dal 1° maggio 2015 anche in forma anticipata in un’unica soluzione. La richiesta può essere effettuata da coloro che desiderano avviare un’attività di lavoro autonomo, un’impresa individuale o sottoscrivere una quota di capitale sociale in una cooperativa. In questo caso non avrai rate da rimborsare ma semplicemente potrai investire l’importo della Naspi per avviare la tua attività. Devi solo considerare che l’indennità decade se intraprendi un rapporto di lavoro subordinato durante il periodo in cui sarebbe stata erogata la NASPI se fosse stata corrisposta mensilmente.

Prestito d’onore per giovani

Il prestito d’onore è una forma di finanziamento agevolata, regolata dal decreto legislativo 185/2000, riservata a coloro che desiderano avviare un’attività in proprio. Il finanziamento viene erogato da Invitalia, un’agenzia governativa che si dedica a favorire lo sviluppo delle imprese, ed è riservato ai giovani e alle donne di tutte le età. Si possono richiedere finanziamenti per avviare nuove attività ma anche per ampliare o innovare quelle già esistenti e offre il vantaggio di erogare importi fino a 250 mila euro senza garanzie.

Infine se la liquidità ti occorre per proseguire gli studi e non hai possibilità di inserire un garante, puoi rivolgerti agli istituti bancari convenzionati che elargiscono i prestiti d’onore per giovani studenti meritevoli. Questa tipologia di finanziamento è regolamentata dalla legge 390/1991 e prevede delle condizioni agevolate di accesso al credito per affrontare i costi legati all’università, al master e ai corsi post diploma. Per questi finanziamenti non vengono richieste garanzie al richiedente o ai membri del nucleo famigliare; la banca valuterà la richiesta e la somma che è possibile erogare anche in base al percorso di studi e di norma inizierai a rimborsare le rate una volta terminato il percorso di studi.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]